Coro del Friuli-Vg a Pecs nel segno di Haydn

UDINE. In attesa di cominciare a cantare in regione, prima con il Don Pasquale diretto da Alfredo Barchi e successivamente con alcuni concerti nel cartellone di Carniarmonie (spicca l’allestimento della Passione secondo San Matteo di Bach, voluta da don Alessio Gerussi per la mostra di Illegio sugli Apocrifi), continuano le tournée del Coro del Friuli Venezia Giulia. Oggi, giorno in cui nel 1809 è mancato Franz Joseph Haydn, il coro, per la direzione di Joseph Doeller a capo dell’Orchestra sinfonica di Pecs, interpreterà La creazione , massimo oratorio del compositore austriaco. Il concerto nella città ungherese è inserito nel cartellone del Worldcreation , un festival mondiale in cui alla stessa ora in molti Paesi del mondo viene eseguito il monumento musicale di Haydn. La domenica successiva il Coro del Friuli Venezia Giulia è atteso nell’opera che ormai ha eseguito più spesso negli ultimi anni, la Messa in si minore di Bach, che interpreterà nell’abbazia di Maria Saal, nei pressi di Klagenfurt, diretta da Ernest Hoetzl, a capo della Capella Savaria di Szombathely con l’apporto di rinomati solisti austriaci. Il concerto è organizzato dal Musikverein della capitale carinziana. In un periodo in cui troppo spesso si parla di Euroregione, e sotto il profilo culturale poco si è fatto, il Coro del Friuli Venezia Giulia intende continuare un percorso già avviato da molti anni, che ha portato continue e felici collaborazioni con orchestre, cori e direttori dell’area mitteleuropea. La Passione di Bach, prevista per fine luglio, sancirà una nuova collaborazione con l’orchestra barocca Solamente naturali di Bratislava.

Messaggero Veneto — 31 maggio 2009   pagina 07   sezione: UDINE.