CONCERTO DELLE FRATERNITA’ – direttore RICCARDO MUTI

giovedì 12 luglio, ore 21.00 – Palazzo Mauro de André

CONCERTO DELLE FRATERNITÁ
direttore
RICCARDO MUTI

Orchestra Giovanile Luigi Cherubini
Orchestra Giovanile Italiana
Stagione Armonica
Coro del Friuli Venezia Giulia

direttore del coro Sergio Balestracci
contralto Ekaterina Gubanova

Franz Joseph Haydn
Te Deum in do maggiore per coro e orchestra Hob. XXIIIc n. 2
Johannes Brahms

Rapsodia per contralto, Coro maschile e orchestra op. 53
Schicksalslied (Canto del destino) per coro e orchestra op. 54
Wolfgang Amadeus Mozart
Ave Verum Corpus, mottetto in re maggiore per coro archi e organo Kv 618

In collaborazione con RAI UNO


Quel ponte di fratellanza che Ravenna Festival per anni ha gettato attraverso il mondo, a raggiungere tante città ferite dal dolore e dalla guerra, da antiche e nuove incomprensioni, in questi giorni segnati da un ritrovato rigore civico e morale, si trasforma in un grande momento di raccoglimento.  Un inno alle fraternità in cui la preghiera, la meditazione, la vocazione al silenzio e alla ricerca del significato ultimo della fede, di cui si nutre il mistero di ogni credo, si fondono e intrecciano alla tradizione colta occidentale anch’essa inevitabilmente intrisa dell’indicibile spiritualità che l’uomo esprime nell’arte.  Insieme ai giovani musicisti delle nostre migliori orchestre, comunità monastiche e confraternite, anime votate alla solitudine delle più diverse religioni, levano le loro voci nell’estasi visionaria – e virtuale – di pareti trasparenti anelanti al cielo.

BACH – Magnificat

Duomo di Maria Saal (Carinzia – Austria)
24 giugno 2012 – ore 17.00

MAGNIFICAT in re maggiore BWV243

J.S. BACH

Orchestra Euro Symphony SFK Slovenia Friuli Carinthia

Coro del Friuli Venezia Giulia

Direttore: Hernest Hoetzl

Soprano: Mateja Potocnik, Mateja Sustersic
Contralto: Jaroslawa Pepper
Tenore: Gabriel Lipus
Basso: Joseph Pepper

UNITI PER L’EMILIA

Udine, Chiesa di San Pietro Martire
Venerdì 15 giugno 2012 ore 20.45

Coro Polifonico di Ruda e Coro del Friuli Venezia Giulia insieme per il terremoto in Emilia.

I Friulani sanno bene cosa solamente la parola terremoto riesca ad evocare. Immediatamente dopo il 1976 furono molti i cori in Friuli che cominciarono la loro attività, nello spirito aggregativo e solidale che poche cose come la coralità riesce a regalare. Segno inestinguibile di quel ritrovarsi, di quel ripartire che il respiro comune del canto riesce ad infondere.
Due cori così rappresentativi della nostra regione si uniscono per una sera, con il solo desiderio di fermarsi un attimo, tra i tanti concerti e spettacoli che continuamente propongono, per ricordare, prestare le proprie voci ad un momento di riflessione.
L’evento è stato organizzato in collaborazione con la Croce Rossa Italiana, Comitato regionale e provinciale del Friuli Venezia Giulia. Al termine del concerto i volontari raccoglieranno le offerte finalizzate al sostegno del terremoto in Emilia Romagna. Un piccolo segno, un semplice gesto, quelle semplici cose che i friulani portano dentro.