Quaresimali d’arte


“Bach-Il Triduo” giungerà al culmine del percorso di eventi dedicato al legame tra fede e musica ideato dalla Pastorale della Cultura dell’Arcidiocesi di Udine per la Quaresima 2012. Un suggestivo itinerario che si snoda sulle vie del pensiero e della bellezza dal titolo “Gesù. Presenza e mistero”, con i “Quaresimali d’arte” e i “Colloqui di Quaresima”.

Quaresimali d'arte

“Quaresimali d’arte”. Intrecciando Sacra Scrittura, incanto musicale e catechesi dell’Arcivescovo, sarà un percorso di musica ed arte che attraverserà le domeniche di Quaresima (4,11,18 e 25 marzo) in cattedrale a Udine, alle ore 17. Il filo conduttore dei “Quaresimali” è il mistero di Gesù contemplato attraverso alcuni gioielli musicali di eccezionale pregio.
Le ultime sette parole di Cristo sulla croce, nella versione scritta da Haydn (4 marzo) permettono di riprendere un tema caro alla grande predicazione quaresimale e di concentrarsi sulla rivelazione del Figlio di Dio  e della sua misericordia nelle poche ma grandiose parole che pronunciò dalla croce.
Leçons de Ténèbres, scritte dal geniale Couperin (11 marzo) danno voce alle Lamentazioni del profeta Geremia sulla Città Santa totalmente desolata: un modo per lasciarsi guidare da una incantevole composizione a contemplare Cristo tradito che si consegna per noi alla morte.
Le improvvisazioni del grande organista Martin Haselböck (18 marzo) sono la scelta musicale più intonata ad una meditazione sugli incontri con Gesù risorto. Il suono d’organo sublimerà alcuni lacerti della tradizione gregoriana in brani che hanno il sapore della vitalità per la loro improvvisazione e che hanno la forza di molto dire senza usare le parole.
Lo Stabat mater di Salces, una rarità poterlo ascoltare (25 marzo), apre un percorso di componimenti barocchi che nell’intreccio di liuto, organo e voce allude al tema della meditazione sulle forme della presenza di Cristo risorto.

“Colloqui di Quaresima”. Intendono tracciare, con relatori d’eccezione, una via di pensiero indagando sull’attualità e sul fascino di Gesù nella cultura contemporanea. Quattro gli incontri previsti: 3, 15, 22 e 29 marzo rispettivamente a Udine, Codroipo, Palmanova e Tarcento.
Un percorso pensato come un itinerario “parallelo” al cammino di preghiera delle comunità cristiane, aperti anche ai non credenti e ai cercatori della verità, del bene, del bello.

Quaresimali d’arte

Cattedrale di Udine
4 – 11 – 18 – 25 marzo 2012

Domenica 4 marzo 2012, ore 17.00

TUTTO È COMPIUTO

Quartetto Stradivarius
(Stefano Picotti, Caterina Picotti, Annalisa Clemente, Andrea Musto)
Le ultime sette parole del nostro Redentore sulla croce, di F. J. Haydn (1787).
Catechesi dell’Arcivescovo sulla Passione secondo Giovanni.

Domenica 11 marzo 2012, ore 17.00

LI AMÒ SINO ALLA FINE

Laura Antonaz e Marianna Prizzon, soprano;
Cristiano Contadin, viola da gamba; Manuel Tomadin, organo.
Leçons de Ténèbres – François Couperin
Catechesi dell’Arcivescovo sulla Cena e sul mistero pasquale.

Domenica 18 marzo 2012, ore 17.00

ABBIAMO VISTO IL SIGNORE

Martin Haselböck, organista, direttore della Musica Angelica Baroque
Orchestra di Los Angeles, fondatore della Orchester Wiener Akademie.
Improvvisazioni d’organo a partire da antifone e sequenze gregoriane.
Catechesi dell’Arcivescovo sugli incontri con il Risorto.

Domenica 25 marzo 2012, ore 17.00

IO SALGO AL PADRE MIO E PADRE VOSTRO

L’Aura Soave – Cremona
Davide Pozzi, organo; Diego Cantalupi, liuto e chitarrone
Alessandra Gardini, soprano
Stabat Mater di Giovanni Felice Sances; sacre composizioni del primo Barocco italiano.
Catechesi dell’Arcivescovo sull`Ascensione e sulla parusia del Signore.