ugg boots cheap jerseys cheap uggs

Link istituzionali


Il Coro FVG collabora con:

Ultimi articoli aggiornati

I Mercoledì del Conservatorio

Trieste, Mercoledì 19 novembre ore 20.30

logo

Coro del Friuli Venezia Giulia
Orchestra Barocca “ Senza Confini”

Cantata Christ Lag in Todesbanden BWV 4
Mottetto Singet dem Herrn ein neues Lied BWV 225

Direttore: Elia Macrì

 Cantata Nach dir, Herr, verlanget mich. BWV 150
Mottetto Komm, Jesu, komm BWV 229.

Direttore: Simone Nucciotti

Soprani, Mara Corazza, Adriana Tomisic
Tenori, Peter Gus, Claudio Zinutti
Bassi, Sikai Lai

FacebookMySpaceYahoo BookmarksGoogle BookmarksCondividi/Salva

Le Cantate XVII

Teatro Bon, Colugna di Tavagnacco, Martedì 18 novembre ore. 21.00

Diplomi di direzione di coro

Candidati : Elia Macrì, Simone Nucciotti

Allievi del Corso di Direzione corale del Prof. Adriano Marinolli d’Arcy
Conservatorio Tartini di Trieste

Coro del Friuli Venezia Giulia
Orchestra Barocca “ Senza Confini”

Cantata Christ Lag in Todesbanden BWV 4
Candidato: Elia Macrì

Cantata Nach dir, Herr, verlanget mich. BWV 150
Candidato: Simone Nucciotti

Soprani, Mara Corazza, Adriana Tomisic
Tenori, Peter Gus, Claudio Zinutti
Basso, Sikai Lai

I MOTTETTI di J.S.Bach con TON KOOPMAN

martedì 03 marzo 2015, ore 20.45 / Trieste, Chiesa Evangelica Luterana

 ton-zwart-grooot

Coro Del Friuli Venezia Giulia

Ton Koopman maestro di concerto

I Mottetti
di J.S. Bach

 Singet dem Herrn ein neues Lied BWV 225, per due cori
Der Geist hilft unser Schwachheit BWV 226, per due cori
Jesu, meine Freude BWV 227 per coro a cinque voci
Fürchte dich nicht, ich bin bei dir BWV 228, per due cori
Komm, Jesu, komm BWV 229 per due cori
Lobet den Herrn alle Heiden BWV 230, per coro a quattro voci

 Tini Mathot, Organo
Alberto Rasi,Violone

I mottetti di Johann Sebastian Bach sono considerati tra i più grandi capolavori del repertorio corale di tutti i tempi. Per quanto gli studiosi non siano ancora riusciti a stabilirne con esattezza la data e l’occasione della loro composizione, questi lavori sono basati su testi che prendono in esame gli aspetti più importanti della vita degli uomini. All’epoca in cui vennero scritti questi mottetti la gioia e il dolore avevano un impatto di gran lunga maggiore sulla gente di quanto si possa immaginare oggi e nessun compositore del XVIII secolo seppe eguagliare Bach nel tradurre in termini musicali la penosa esperienza del dolore e la tensione per la pace e la felicità. Ton Koopman è nato a Zwolle in Olanda, fin dall’inizio la prassi filologica e gli strumenti originali hanno caratterizzato il suo stile esecutivo portandolo a creare all’età di 25 anni la sua prima orchestra barocca. Nel 1979 ha fondato l’Amsterdam Baroque Orchestra, a cui ha fatto seguito l’Amsterdam Baroque Choir nel 1992.

Ton Koopman si è esibito nelle più importanti sale da concerto e nei più prestigiosi festival dei cinque continenti. Come organista ha suonato sui preziosi strumenti antichi esistenti in Europa, mentre come clavicembalista e direttore dell’Amsterdam Baroque Orchestra & Choir ha suonato al Concertgebouw di Amsterdam, al Théâtre des Champs-Elysées di Parigi, al Musikverein e alla Konzerthaus di Vienna, Philharmonie di Berlino, Lincoln Center di Carnegie Hall di New York, Suntory Hall di Tokyo così come a Londra, Bruxelles, Madrid, Roma, Salisburgo, Copenhagen, Lisbona, Monaco e Atene. Ton Koopman svolge un’intensa attività come direttore ospite e ha lavorato con le principali orchestre del mondo tra le quali spiccano Filarmonica di Berlino, Royal Concertgebouw di Amsterdam, Orchester des Bayerischen Rundfunks, Tonhalle Orchester di Zurigo, Wiener Symphoniker, Orchestre Philharmonique de Radio France, Boston Symphony, Chicago Symphony, New York Philharmonic, San Francisco Symphony, così come Cleveland Orchestra, dove è Artista Residente.

 

 Concerto in collaborazione con

logoBon wk2